Uscita di sicurezza – L’ultima birra (3:18)

TESTO: L’ULTIMA BIRRA

Ci vuole un’altra birra,
un’altra gioventù,
e un cuore di bottiglia,
per non amarti più.
Ci vuole il cameriere
gentile che lavora qui
e un bagno, dove andare
a piangere pipì.

Non cambia nulla
e il tempo affoga
nell’ultima birra,
ma, se potessi berla
insieme a te,
me ne farei due grandi baffi,
per strappare quel sorriso
dai tuoi occhi dolci e buffi,
che, se il paradiso c’è,

è qui su questa terra,
ce l’avevamo io e te,
ma ormai non cambia nulla,
e qui davanti a me

c’è l’ultima birra,
la silenziosa e lenta
rivoltella
di gente troppo sola
come me.

Ma ogni generazione
ha la sua guerra,
la sua religione
e l’illusione che la vita
è facile cambiarla
con l’ultimo sorso di birra.

E ci si incontra, ci si flescia,
ci si struscia un po’ d’amore,
ci si prende, ci si lascia
a bere in questo bar,
l’ultimo sorso dell’ultima birra,
l’ultima birra.

Uscita di sicurezza - L'ultima birra
Uscita di sicurezza – L’ultima birra